RicetteTorte semplici e plumcake

torta fredda allo yogurt greco

Caronte nella mitologia non aveva niente a che fare con le temperature di questi giorni, se non perchè lavorava all’inferno, povero figlio.

figlio di Erebo e Notte, che già ad averli due genitori così, col nome frikkettone che è tutto un programma , già me lo immagino all’asilo.

come si chiama tua mamma? Notte? Ahhhh, capisco; e tuo papà? Erebo?

Qualcuno mi chiama i genitori di questo bambino?

Caronte.oltre ad avere una famiglia che era tutto un programma, faceva il traghettatore da una sponda all’altra del fiume Acheronte.

Non in un posto qualsiasi.

All’inferno.

trasportava dannati stipandoli ben bene, a mò di sardine , nella sua barca.

LAvoro top , probabilmente; ricercatissimo da tutti i giovani che sognano di fare i buttafuori!

sul curriculum vitae lo vedo caronte scrivere:

caronte

ottima predisposizione alla sopportazione di ambiente di lavoro complicati

strategia di team care

ottima sopportabilità di luoghi chiusi e bollenti.

Dante lo descrive barbuto e canuto, ma senza sembrare il nonnino di Heidi, che pure era burbero, ma con fiammeggianti occhi , che dopo che vi siete visti un po di anime giapponesi, non fa tutto questo spavento.

cosi Caronte, figlio di Ebero e Notte, traghettatore di anime dannate all’inferno, assunto nientepocodimenoche da Ade in persona, ogni anni, con i suoi occhi fiammeggianti, arriva a bollirci  a luglio e ad agosto; quest’anno abbiamo fatto ” en plein” siamo partiti da giugno, perchè è importante che ogni anno si differenzi per qualcosa e quest’anno, oltre ad essere un epocale anno di m(ma non lo dirò) in tutti i sensi possibili, ci dobbiamo ricordare di un’estate TORRIDA , ma che torrida come questa c’era stata solo l’anno scorso 🙂 .) 🙂 🙂 🙂 🙂

eh si che io abito al SUD e che siamo da sempre torturati dalle temperature estremamente alte

ah si che io il caldo non l’ho mai tollerato

sono anni che qui i Caronte si sprecano! 🙂 🙂 🙂 🙂

con questo caldo, mi è stato fatto divieto di usare il forno.

come se con me i divieti funzionassero!

anzi, più è fatto divieto e più vado avanti come un carro panzer di sfondamento!

così, nella disperazione di tutti,

quando accendo il forno e giro la manopola su 190° sento un lamento partire dai muri !

Credetemi !!!

gente rinchiusa nei loro tuguri climatizzati, sentirli lamentare del caldo che potrei soffrire io davanti al forno.

cos e’ pazz ! 

non ho mica chiesto a loro, candidi vampiretti , di cucinare al posto mio?

eh si che la sindrome del gallo che gli brucia il sedere è sempre in agguato!!!!

🙂 🙂 🙂 🙂 🙂

dunque non vi tedio oltre, con le mie infinite chiacchiere e vi presento questa torta, che è tanto buona , quanto semplice.

di base io uso come sempre lo yogurt greco, compro i secchielli da 500 gr che sono una salvezza per tutto, considerato che in casa mia ,va più del pane!

la base ai cereali non è una costante, infatti potete fare una base di biscotti, un biscuit, un pan di spagna o qualunque cosa abbiate in casa da smaltire.

dunque passiamo alla ricetta.

grazie per aver letto fin qui!

RICETTA

ingredienti:
200 gr di cereali soffiati (tipo rice crispies)
200 gr di cioccolato fondente
500 gr di yogurt greco 0%
500 gr di panna fresca
200 gr di zucchero a velo
2 cucchiai di sciroppo d’acero
6 gr di gelatina
1 bicchierino di latte (50 ml circa)
2 cucchiai essenza di vaniglia
procedimento:

sciogliere il cioccolato con un cucchiaio di olio di semi o burro di cocco, in una boule versare i cereali e il cioccolato sciolto, mischiare i modo che i cereali si ricoprano interamente di cioccolato, foderarre una teglia con carta forno e disegnare due diametri della misura dell’anello che volete usare e stendete uniformemente il cioccolato formando due cerchi pieni. porre in frigorifero a riposare.

versate lo yogurt nella boule (evitando la parte liquida) metà dello zucchero e lo sciroppo d’acero. laorare a crema.

montare la panna con lo zucchero restante , deve essere morbida , non troppo montata.

unirla allo yogurt, aggiungere la vaniglia.

ammollare la gelatina in acqua fredda, riscaldare il latte e scioglierla dentro; unirla alla crema di yogurt.

mettere in frigo a rassodare.

posizionare il disco di cereali sul fondo dell’anello, coprire con la crema di yogurt e porre in frigo a rassodare 4 ore.

con un coltello ben affilato incidere il secondo disco in otto spicchi, decorare la torta e servire fredda.

BUON APPETITO!
grazie per aver letto fin qui, fammi sapere cosa ne pensi, commenta qui o cercami su instagram , sono
@marzucca 😉

Post correlati

pomodori riso e patate alla romana

Teresa

cake limone e mirtilli

Teresa

pizza con impasto alla zucca

Teresa

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.