LievitatiRicette

focaccia mille bolle al pesto

La verità è che oggi che sono a casa, stranamente di giovedì e che nessun impegno urgente bussa alla mia porta, mi sa alquanto strano, tipo apocalipse now;

è quel senso di disagio ad aver risposto soltanto a sei messaggi stamattina, nessuno di urgenza , mi porta a pensare alla calma prima della tempesta; infatti penso che mi godrò questo giorno, se non si guasta nel frattempo 😁😁😁😁😁😁, facendo quelle cose standard,  che fanno le persone nel loro giorno libero: niente!

Ma no, ho i fiori da annaffiare, sono indietro di almeno tre lavatrici , ho l’idromassaggio da sistemare , il bamboccio che vorrebbe andare al mare e mia madre già da stamattina alle 8 mi sta chiedendo cosa vogliamo per pranzo.

In un attimo pace e relax si sono trasformati in ansia e delirio

del resto è così, quando si manca svariate ore, la situazione sfugge al controllo e  le cose si accumulano inevitabilmente.

La situazione lavatrice è la più grave; sebbene abbia scelto un modello dieci chili, a volte mi sento sopraffatta dal volume di cose che trovo nei cestini a lavare e come ho già detto svariate volte, anche  qui, su questo blog, ho come l’impressione che qualcun altro abiti con noi, altrimenti non si spiega 🤣🤣🤣🤣🤣

la “dolce”  adolescente Cerbero , ad esempio, in estate aumenta soltanto di seimila spanne i suoi cambi quotidiani, considerato il caldo e il numero delle cose trovate a lavare, ho immaginato che è mediamente un cambio ogni sei secondi!

🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣

Figurarsi , non me ne sono nemmeno accorta 😁😁😁😁😁😁😁tanto è la sua velocità nel cambiarsi, cambiarsi d ‘abito intendo, perchè nella preparazione  i tempi sono davvero lunghissimi , alle quattro alle cinque ore come minino , tutto ovviamente dipende dall’importanza della situazione !

Il bamboccino, che sta diventando bamboccione anche lui, invece ha questo atteggiamento verso l’acqua che mi ricorda il mio gatto 🙄🙄🙄🙄🙄 un odio profondo , infatti ogni volta che dobbiamo mettere in atto l’operazione doccia è qualcosa di tragico.

Iniziamo con le buone, con la promessa che impieghiamo davvero cinque secondi  e che sarà una cosa breve ed indolore.

Ma la felicità di fare la doccia è talmente incontenibile ( 🙄🙄)

che dal “dai su  e lavati un attimo” al “adesso ti butto la playstation se non ti lavi immediatamente ”  

è velocissimo, uno spazio infinitesimale tra la calma e lo scazzo da doccia!!

Vorrei solo sottolineare che i miei gatti, sebbene odino l’acqua profondamente, la doccia se la fanno fare, loro malgrado ; e che dopo non mi parlano per un mese e mi caverebbero volentieri gli occhi e gli organi interni nel mentre li sto lavando, però tutto sommato, fanno sicuramente meno storie di mio figlio 🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣

Che poi, io l’ho sempre sostenuto che avrei dovuto crescermi una marea di gatti, che sicuramente non ti si filano proprio , ma che almeno due volte devono rivolgerti la parola 🤣🤣🤣🤣

mentre questi figli adolescenti e pre-adolescenti (MeuDeu) sono come dottor jeckill & Mr Hyde, ti parlano solo quando la luna e uranio sono perfettamente allineati nell’asse astrale del leone , dopo il passaggio della cometa di Halley che più o meno varia dai 20 ai 200 anni e quindi non sappiamo esattamente quando questo avverrà;

certamente la parola , come gli atteggiamenti ruffiani –come back immediately ,-anche senza condizioni astrali favorevoli  nel momento i cui hanno bisogno del vile , vilissimo denaro che ahimè, seppur vile, fa ritornare la parola ai muti 🤣🤣🤣🤣🤣🤣 e anche alle cerbero incazzate !

Non so voi se avete notato, che ‘sti adolescenti, hanno sette, otto personalità , con multipli di sette otto e che cambiano umore in maniera talmente repentina che a volte mentre stai parlando, ridendo e  scherzando, in tre secondi , cambia l’umore e la personalità che misery non deve morire a confronto era una barzelletta!

E POI BOH

non lo so cosa succede e in quattro e quattrotto hai perso la confidenza, ciao chi sei, ma chi ti conosce.

Sarà che non mi ricordo  perfettamente di quanto sono stata scassaballe anch’io, ma sicuramente lo sarò stata abbastanza,

ma in maniera più autonoma sicuramente, tanto per dire

A) mio padre e mia madre non mi avrebbero mai e poi mai accompagnata a tutte le ore da nessuna parte a meno che questo non prevedesse una prescrizione medica con dicitura “urgente” 😂😂😂😂😂😂

B) se non potevi raggiungerlo a piedi/bicicletta non era assolutamente necessario

C) questa cosa che siamo diventati il servizio taxi dei nostri figli, attivo h24 ,secondo me è un’invenzione moderna

Ultimamente a questo disagio di comprensione adolescenziale si aggiunge il mio disagio esistenziale che probabilmente non so assolutamente fare il genitore come sostiene Paolo Crepet, perchè ogni volta che parla, mi sembra che si stia rivolgendo a a me personalmente!!!!

🙄🙄🙄🙄🙄🙄

Non so se conoscete la sensazione , ecco!

alla fine ho deciso di non ascoltarlo più e di usare un metodo più scientifico per prendere le decisioni a riguardo :

testa o croce e via , non se ne parla più !🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣

ritornando a questo giovedì e alle cose da fare che però non vorrei assolutamente fare , ho cercato di trovare anche lo spazio per qualcosa che mi piacesse fare, anche se diciamoci la verità, potrei benissimo ignorare questi richiami e farmi un fatto mio; ma non sarebbe assolutamente da me  che faccio COMPLICAZIONE come secondo nome e  tra tutte le cose da fare,  ci ho infilato una focaccia con il mio fedele amico byron. ma vi assicuro che anche lui, in fase neo adolescenziale (si anche lui) è comunque un problema 🙄🙄🙄🙄🙄🙄🙄 ma che volente o nolente, si fa sempre perdonare; un pò sono anche io, vorrei tanto essere meno pressata, ma alla fine, è così che va la vita.

in estate alcuni sono in vacanza e altri invece, sono al lavoro.

Ecco , io faccio parte di quella schiera di lavoratori estivi,  amata-odiata-spesso bistrattata categoria di stagionali.

Amata perché nel mio lavoro sono forse necessaria(non fosse altro per aprire le porte 🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣 ma anche probabilmente odiata o quantomeno poco considerata seriamente , soltanto perchè si lavora nei” sei mesi sbagliati dell’anno”.

Una categoria spesso e volentieri “maltrattata ” come se non fosse necessario la presenza di questo grande circuito di ADDETTI AI LAVORI che però vengono considerati come sfaccendati che non sanno far altro.

Invece no, mi permetto di dissentire! Senza tutta questa categoria, probabilmente le vostre vacanze sarebbero un inferno; mare o montagna, neve o spiaggia il succo del discorso non cambia.

E’ un dato di fatto.

Le vacanze degli altri mi hanno insegnato cosa non voglio essere io in vacanza 😆😆😆😆😆😆😆 e soprattutto ad essere fortemente motivata a farmi scivolare tutto o quasi;

fortunatamente , non mi lamento mai, per natura sono molto paziente e negli anni ho affinato doti di diplomazia che all’ONU mi farebbero un baffo 😂😂😁😁😁😁

E sebbene questi periodi sono sempre difficilissimi da gestire, nonostante i mille impegni, non manco di mettere fuori una bella cosa ogni tanto che non siano clienti pieni di problemi e  case piene di problemi.

chiaramente non riesco a produrre chissà quanto e non spessissimo come vorrei, ma ci tengo a mantenere un’abitudine, non fosse altro che comunque il lievito va rinfrescato 😆😆😆😆😆

Ovviamente vi lascio anche il link dove potrete trovare la versione con lievito di birra che capisco che sta pratica del lievito madre può risultare a volte ostica o può far deterrere dalla preparazione di una buona focaccia.

Sappiate che fino all’altro ieri temporale anch’io lo trovavo ostico ed irraggiungibile come risultato e se non fosse che mi è preso questo raptus da lievito madre questo inverno, ho comunque  sempre panificato con il lievito di birra.

Pochi grammi certo , ma sempre di ldb parliamo!

Questa che vi propongo è una focaccia classicissima, olio, farina ,acqua e sale, niente di stratosferico , ma ovviamente il tocco l’ho aggiunto con un bel pesto fresco home made e dei pomodori succosi.

E se poi non volete chiamarlo pesto e questo lo dico per i puristi del genere, non fa niente, chiamatelo come volete, il gusto sicuramente non cambia.

Vi ho già detto della mia dipendenza da pomodori e non possono mancare in questo periodo, quando nella loro stagione si presentano belli ,sodi, succosi e saporiti.

La ricetta della focaccia con lievito di birra potete trovarla qui focaccia alta idratazione multicereale adoperando le sostituzioni che vi ho lasciato.

Ovviamente i tempi sono diversi, il lievito madre ha bisogno di un’attivazione dovuta al rinfresco .

Vi lascio la ricetta e vi aspetto nei commenti per sapere se la farete!

Grazie per aver letto fin qui !

focaccia mille bolle al pesto (con lievito madre)

300 gr di farina 0

300 gr di semola rimacinata di grano duro (il pugliese casillo)

400 ml di acqua tiepida

20 gr di sale

1 cucchiaio di miele

70 gr di lievito madre rinfrescato e al raddoppio

40 ml di olio evo

Salamoia

20 ml di acqua

20 ml di olio

emulsionati insieme

Pesto home made:

100 gr di basilico io ho usato quello delle mie piante)

50 gr di parmigiano

20 ml di olio

50 gr di mandorle

1 presa di sale

1 tazzina di acqua

procedimento:

Rinfreschiamo il lievito e aspettiamo il raddoppio, intanto nella boule della planetaria le farine con il miele e tutta l’acqua in autolisi.

Miscelare insieme le farine, aggiungere il miele e l’acqua, impastare in modo grossolano e lasciare riposare un’ora (minimo)

quando il lievito è raddoppiato, aggiungerlo alla farina, aggiungere pochissima acqua e  impastare.

Quando l’impasto sarà amalgamato aggiungere l’olio ed in ultimo il sale.

Quando l’impasto è pronto versarlo in un contenitore oliato e fare la prima piega di rinforzo.

Prendere l’impasto alle estremità e ripiegarlo verso il centro e lasciare riposare.

I giri di pieghe sono necessari per dare forza all’impasto e renderlo lavorabile, inoltre favoriscono la struttura glutinica , alla fine avrete un impasto elastico, setoso e lavorabile.

Le pieghe devono essere un minimo di due ogni 25/30 minuti

❗❗Se il vostro impasto vi sembra più morbido, aumentate il numero delle pieghe e non preoccupatevi, durante la fase di maturazione risulterà lavorabile e consistente.❗❗

All’ultima piega, chiudete il contenitore e riponetelo in frigo per 24 h.

impasto maturo

Ponete il contenitore con l’impasto fuori dal frigorifero  facendolo acclimatare per almeno un paio d’ore.

Questa fase d’estate va controllata in estate, ci vogliono meno di due ore.

L’impasto è pronto quando sulla superficie si sono formate delle bollicine.

Oliate una teglia quadrata e versate l’impasto .

Lasciate che si rilassi nella teglia, nel frattempo preparate il pesto.

In un blender, versate le mandorle ,il parmigiano e l’olio.

date una frullata e dopo aggiungete le foglie di basilico, il sale ,l’acqua e qualche cubetto di ghiaccio.

frullate fino ad ottenere una crema .

Quando l’impasto si sarà rilassato, con le dita umide , stendetelo delicatamente allargandolo nella teglia, vedrete formarsi tante belle bolle, versare delicatamente l’emulsione e poi stendere il pesto a cucchiaiate stendendolo delicatamente.

preriscaldate il forno a 200° statico e quando è pronto infornate la vostra focaccia.

Ci vorranno all’incirca 20 minuti di cottura, controllate  il fondo che deve risultare bello dorato .

Sfornate e gustate.

 

Potete omettere il pesto se non vi piace ed aggiungere origano, rosmarino , sale grosso, pomodorini.

Insomma non ponete limiti alla vostra fantasia !

Io l’ho gustata con i pomodori conditi con olio e sale e del prosciutto crudo , ma voi anche nella farcitura potete gustarla come volete !!!

 

la focaccia è pronta !

Enjoy life 🎈

Mi potete trovare su instagram e facebook con tanti altri contenuti e reel , vi aspetto !

 

 

 

 

 

 

Post correlati

Angel cake al cioccolato

Teresa

cornetti brioche bicolore

Teresa

brioche classica (con ripieno o senza)

Teresa

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.