Torte semplici e plumcake

double chocolate muffin

l’estate è stata davvero torrida; si stima che questa è stata l’ultima estate fresca del secolo.

Andiamo bene.

significa che se quest’estate sono morta disidratata e mi sono quasi sciolta sotto il solleone, mi viene il panico se solo penso a quello che mi aspetta !!

e non ditemi che parlo sempre delle stesse cose, perchè quando si soffre il caldo e si abita al sud, dove il caldo è anche umido, queste cose spaventano, diventano per forza argomento principale 🙂

e poi, vogliamo mettere la difficoltà di avere una piega come si deve?

soprattutto quando al posto dei capelli hai un mocio vileda, che con l’80% di umidità diventa impossibile qualsiasi stiratura a meno che non sia fatta sotto la pressa? e vogliamo parlare dei tragitti in bicicletta che al mattino parti fresca e alle due sotto il sole, ti sembra di avere le visioni? Da lontano, mentre dall’asfalto si alza quell’aria rovente che ti sembra di star attraversando il deserto del Gobi e tu vedi tutta la Trinità al completo?

ne vogliamo parlare? delle notti che dovresti passarle sotto una doccia continua?

L’estate ha le sembianze di un’oasi bellissima, solo e soltanto se sei in vacanza;

a nulla valgono i condizionatori (che tra l’altro non posso utilizzare) messi a deumidificazione e le uscite rigorosamente dopo il tramonto (tanto dopo il tramonto) per trovare ristoro;

non vi elenco i disagi dovuti alla lotta perenne alle zanzare che sembrano essere l’insetto più inutile della terra ma a quanto pare molto intelligente, perchè nonostante i litri di citronella , le piastrine posizionate in ogni angolo della casa , i diffusori di sostanze pestilenziali solo a noi, le ritrovo ovunque;

soprattutto concentrate dalle 18 in poi; probabilmente è l’ora che hanno designate nel DNA  per attaccare tutti gli esseri viventi; hanno di sicuro le maschere anti gas oppure , si lanciano come i kamikaze certe che troveranno molteplici zanzafemmine ad attenderli nell’aldilà delle zanzare.

negli ultimi anni , abbiamo provato oltre a metodi fisici convenzionali (come le zanzariere ad esempio) anche metodi chimici come spray, lozioni, cerotti, bombe a mano, minacce di morte;

il libro che le schianta al muro rimane sempre il metodo più efficace alla fine

😉 😉

di fatto, insieme ad un’altra moltitudine di disagi, dovuti al traffico, ai parcheggi inesistenti, agli ausialiari del traffico che spuntano dal nulla, al posto in spiaggia che bisogna chiamare il geometra per posizionare l’ombrellone ,

per chi cucina, c’è il disagio del forno;

si perché la voglia di buono non si ferma con l’estate, ma quando giri la manopola del forno, tutto assume un aspetto minaccioso;

Ma che fai accendi il forno anche ad agosto?

ma è una pazzia! fatti curare, sei impazzita, ti manca una rotella!!

E LA FRASE PIU’ RICORRENTE E’:

MA TU NON HAI CALDO?

NOOOOOOOO. Io ho freddo.

ti pare , io che percepisco diecimila gradi in più rispetto alla media, io che sudo solo guardando la temperatura esterna, posso mai avere caldo?

🙂 🙂 🙂

ma il forno in se , non è pericoloso, basta accenderlo e andare via a farsi un fatto proprio 🙂 🙂 🙂

Ma vuoi mettere la soddisfazione di addentare un soffice e godurioso Muffin al doppio cioccolato ? la giusta ricompensa dopo aver sofferto un caldo boia, in una cucina che ha raggiunto la temperatura di fusione del nocciolo .

Ci vorrebbe la medaglia al valore dopo un’impresa che ha dell’eroico!!!!

Alla fine, la soddisfazione paga lo sforzo!!!

Questi muffin che vi propongo oggi, non sono miei, li ho presi in prestito alla brava Nigella Lawson, la giornalista britannica più famosa nel mondo della cucina; l’ho sempre seguita quando all’inizio vedevo il suo programma Nigella bites su Gambero rosso.

La ricetta originale la potete trovare facilmente sul web, quella che vi propongo io è una versione adattata alle mie esigenze.

Vi lascio la ricetta, se la provate fatemi sapere se vi è piaciuta; potete lasciare un commento qui o taggarmi su instagram , mi trovate sul social come @marzucca!

Muffin double chocolate liberamente tratti da nigella lawson

ingredienti :

300 gr di farina 00

180 gr di zucchero di canna chiaro

30 gr cacao amaro

150 gr di cioccolato fondente al 50%

120 gr di gocce di cioccolato fondente (zaini o perugina le migliori)

12 gr di lievito per dolci

2 uova medie

300 ml di latte

3 cucchiai di rhum

1 cucchiaio di pasta di vaniglia

80 ml olio di semi

esecuzione della ricetta

per preparare i muffin non servono planetarie o chissà quali aggeggi , servono due ciotole ed una frusta

vi occorrono 15 pirottini e una teglia da muffin (se non volete usare i pirottini ricordatevi di imburrare ed infarinare bene le impronte della teglia per una facile estrazione delle tortine)

io utilizzo i pirottini che compro nei negozi specializzati o su amazon (soprattutto quando devo prepararli a tema tipo ai compleanni o per delle feste come halloween)

Sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria (o come preferite) e farlo freddare leggermente

in una ciotola mettere tutti gli ingredienti secchi

farina,zucchero, lievito,cacao e gocce di cioccolato

nell’altra boule miscelare i liquidi

latte, olio, uova e rhum

unire i liquidi alla parte secca, amalgamare il tutto con una frusta ed in ultimo aggiungere il cioccolato fuso e i cucchiai di rhum.

Amalgamare il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo e dividerlo nei pirottini aiutandosi con un dosatore per gelato o con un cucchiaio . riempirli per metà (cresceranno quindi non preoccupatevi) .

Se volete renderli ancora più golosi potete inserire un cucchiaino di nutella

dosate mezzo cucchiaio di impasto, inserite la nutella e coprite con un altro mezzo cucchiaio di impasto.

preriscaldate il forno a 180° gradi statico

completate con poche gocce di cioccolato su ogni muffin (facoltativo) e cuocere per 20 minuti circa (fate sempre la prova stecchino)

Grazie per aver letto fin qui

non mi resta che augurarvi buona merenda!

Enjoy Life

Processed with VSCO with preset

Post correlati

cake morbido cioccolato e ricotta

Teresa

La prima ricetta del blog

Teresa

panettone classico arancia e cacao

Teresa

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.