RicetteTorte semplici e plumcake

cake morbido cioccolato e ricotta

Il cioccolato ha sempre tutte le risposte, anche quando le domande latitano.

una sorta di oracolo che , ogni qualvolta viene interrogato, sa dare la risposta .

Una sorta di sibilla cumana , senza l’antro oscuro e i puzzolenti effulvi sulfurei.

La Sibilla Cumana, soleva interpretare, attraverso le visoni e le premonizioni , il futuro e il fato di coloro che andavano pensierosi ad interrogarla; Virgilio ne descrive l’antro con cento porte ed ognuno di questi, con cento risposte diverse;

fu proprio Lei che predisse ad un Giovane Enea, che nel viaggio che stava per intraprendere, lontano dalla natìa Troia, avrebbe trovato riparo sulle coste laziali e riabbracciato l’amato padre sulle coste dell’Averno.

Presagi, letture dei segni e interpretazione dei fenomeni naturali, letti sempre come catastrofi si percorrono solitamente nel corso dell’umanità.

Il cioccolato diciamolo, fortunatamente non ha cento interpretazioni, altrimenti che lungaggine ogni volta che gli si fa una domanda!!!!!

Tra l’altro, bisogna anche impararne i significati, altrimenti i Maya ne avrebbero letto certamente la loro estinzione 😂😂😂😂😂😂😂😂

di fatto, da che mondo è mondo, il Cibo degli Dei, sa esattamente cosa dire e nel momento giusto!

io , attualmente ho conosciuto poche persone alla quale non piace il cioccolato e vi dirò , che da quando l’ho scoperto, li guardo ancora in cagnesco alla ricerca del segreto per resistere alla sua bontà!

Infatti , ancora mi chiedo come si fa o quale possa essere il problema da nascondere; perchè diciamolo, chi non ama la cioccolata ha sicuramente qualcosa da nascondere!

e sto lì a fare domande impertinenti 😆😆😆😆 del tipo : ” ma ci sei nato così o ti è venuta dopo questa sindrome?”

🤣🤣🤣😃😃

scherzi a parte, nella mia casa e in quella dove sono cresciuta, il cioccolato ha sempre rivestito un ruolo principe della nostra alimentazione 😉 che poi, come tutte le cose, mangiato in maniera controllata e senza eccedere troppo, non fa affatto male;

se poi , consideriamo il POTENTISSIMO POTERE TERAPEUTICO SOTTO TUTTI GLI ASPETTI POSSIBILI ED IMMAGINABILI abbiamo l’alimento perfetto; quasi quanto la pizza!

e così, investito del sacro potere di dispensatore della felicità, il cioccolato riveste un ruolo mai marginale nella vita di tutti!

Anche di quelli che sostengono che non gli piace (ma lo hanno assaggiato?)

Il cioccolato per me fa parte di quello starter pack base per essere a posto con le scorte della dispensa.

Non manca mai, al latte, fondente (che è il mio preferito) al caramello , al sale maldon ecc. Di base sono sempre un tipo molto curioso e quando al super individuo gusti nuovi, sono prontissima a fare da tester!

E’ inutile dire che nella pasticceria in generale, ma nello specifico , nella mia umile rappresentazione della pasticceria casalinga, la faccia letteralmente da padrone; tant’è che spesso mi rifiuto di fare lo stesso dolce per più di due volte, perchè altrimenti lo potrei detestare; i miei bambocci qui, per lungo tempo hanno identificato il dolce al cioccolato , come unica possibilità di dolce esistente: dalla serie, se non è al cioccolato non lo mangio!!

E che fatica proporre cose nuove, bianche, al gusto di limone ad esempio

😁😁😁😁😁😁😁😁 venivano guardate in cagnesco o non assaggiate nemmeno , come se non fossero state assolutamente classificabili!

ho impiegato tempo , per spiegare e far cadere le remore nei riguardi degli impasti bianchi !!😂😂😂😂😂😂😂

Quante volte nelle ciambelle bianche e nere , le  famose Ciambelle Giorno e notte, ho trovato la parte nera divorata e il lato alla vaniglia rimasto solo, sotto la campana nell’attesa di essere consumato! Che razzismo, avrà pensato, rimanere da solo , oggetto di indifferenza  da parte  di questi piccoli abitanti un  pò snob e un pò spocchiosi ,di questa casa! 😂😂😂😂😂😂😂😂😂

{Io, sebbene adori il cioccolato, considerandolo il mio amico carissimo, ho sempre nutrito una certa empatia nei riguardi di questi “sfortunati impasti diversamente colorati” mangiandoli io per prima, cercando di dare il buon esempio 🤣🤣🤣🤣🤣🤣.

A poco è valsa questa politica di “inclusione”; anzi, anche quando scelgo il prodotto più bruttino, l’amico più scemo, la strada più tortuosa, spesso e volentieri vengo considerata poco intelligente o peggio ancora poco furba.

La verità è che senza voler essere Robin Hood, mi sono sempre schierata dalla parte dei meno fighi, perchè li ho sempre trovati più interessanti .

ed è per questo, che per una buona parte della mia vita mi sono trovata circondata di casi umani !😂😂😂😂😂😂😂😂}

Ma senza dover cadere per forza rendere pesante anche la scelta di quale parte della torta vogliamo mangiare prima

diciamoci la verità,

le torte al cioccolato hanno quella faccia così golosa che difficilmente gli si può resistere!

Il Cake che vi propongo oggi, è una di quelle preparazioni così semplici e golose e che si  preparano davvero in quattro step, che potrebbe fare anche il mio gatto.

in questa versione l’ho decorato con dei fantasmini in occasione di halloween, ma potete anche semplicemente spolverizzarlo di zucchero a velo o tolto dal forno, cospargerlo di gocce di cioccolato, fondente o bianco e spatolarle su tutta la superficie , formando una crosticina ancora più golosa una volta raffreddata.

Volendo potete sostituire la parte di farina 00 , con una di riso (aumentando di 50 gr la dose scritta) per renderla completamente senza glutine.

Non ha burro, quindi per una volta , posso risalire dagli inferi nella quale vengo spesso rilegata per uso eccessivo di grassi impropri ; certamente non mi salvo appieno per l’utilizzo dello zucchero, ma non è che si può diventare Santi in un giorno!!!!

Vorrei ricordare al mondo che un dolce serve per regalare dolcezza, non a ricordarci quando sia politicamente scorretto l’uso di un ingrediente piuttosto che un altro!!!

La semplicità e la scioglievolezza di questa  torta è una sorta di passaggio dal mondo dei non posso al mondo di forse potrei almeno uno spicchio

salvo poi finirla irrimediabilmente !!

Succede!!

lasciatevela come ancora di salvataggio, in quelle giornate buie e tempestose di disagio interiore, quando si litiga col mondo , quando vedete il bicchiere irrimediabilmente mezzo vuoto e non vedete la luce alla fine del tunnel!

Insomma, il cake al cioccolato non vi riporterà certo indietro nel tempo , ma sicuramente saprà darvi quel conforto che solo il cioccolato sa dare; se poi ci abbinate una sessione di shopping sfrenato , vedrete che il futuro vi sembrerà di sicuro più roseo!

Non sto qui certo a snocciolarvi la lezione di chimica sulla stimolazione della serotonina , chiamato anche l’ormone della felicità, attivata dal cioccolato e nemmeno ad elencarvi le migliaia di proprietà benefiche che ne conseguono dall’uso (moderato) di dolci e cioccolato;

il mio compito qui è darvi le dosi per l’oracolo .

la modalità per interpretare i segni premonitori

le indicazioni per poter portare a termine questo piccolo momento di felicità.

E non è certo cosa da poco!!

 nulla può come il cioccolato  .E questo e quanto.

Vi scrivo le ultime indicazioni per questa torta:

non deve essere molto alta, altrimenti precipiterà rovinosamente, in quanto la percentuale di farina è molto contenuta

Potete cambiare la forma della teglia

si mantiene morbida a lungo, ma questa notizia non è basata su fondamenti scientifici certi, in quanto non ho potuto mai testare la sua consistenza dopo giorni….finisce sempre in poche ore.

cake al cioccolato fondente e ricotta

ingredienti:

150 gr di cioccolato fondente al 70%

4 uova

190 gr di zucchero

100 gr farina

100 gr maizena

20 gr cacao amaro

8 gr di lievito per dolci

1 pizzico di sale

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

250 gr di ricotta

una teglia rettangolare 19l x 27l x 5h

le misure della teglia sono indicative , considerate che se la teglia è molto grande dovrete raddoppiare le dosi

procedimento:

sciogliere il cioccolato a bagnomaria o se preferite al microonde;

scolare la ricotta in un colino e lavorarla con una forchetta , trasferirla in una ciotolina e renderla cremosa con il cucchiaio di vaniglia.

Rompere le uova in una boule e lavorarle insieme allo zucchero con una frusta, potete anche usare una frusta a mano, mescolare finchè lo zucchero non si scioglie.

aggiungere alle uova le farine setacciate con il lievito ed il cacao gradualmente, non devono esserci grumi, inserire la ricotta ed amalgamare il tutto;

foderare la teglia con carta forno.

quando il cioccolato sarà sciolto, farlo freddare alcuni minuti e poi aggiungerlo all’impasto delicatamente.

Amalgamare il tutto e versare nella teglia.

Cuocere a 170° statico per 30 /35 minuti

Fate sempre la prova stecchino.

Se scegliete di glassarla con il cioccolato bianco o fondente, versate sulla superficie della torta, alcuni minuti dopo averla estratta dal forno , le gocce di cioccolato e spatolarle velocemente ricoprendo tutta la superficie.

Far raffreddare completamente su di una gratella e servire tagliata a quadrotti.

Se volete decorarla con decorazioni di cioccolato dovete aspettare che si freddi.

E’ deliziosa anche spolverizzata di poco zucchero a velo!

Grazie per aver letto fin qui.

Se vi è piaciuta questa ricetta lasciate un commento sarò felice di rispondervi!

enjoy life 🎈

Post correlati

piccole brioche intrecciate

Teresa

le pizzette del fornaio

Teresa

banana bread al burro d’arachidi

Teresa

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.