BiscottiRicette

biscotti cuor di mela

….’mbuttunato in italiano si traduce imbottire….

in realtà ‘mbuttunato è una forma d’arte, un modo amorevole rimpinzando fino a scoppiare la qualunque di qualunque cosa; inteso come gesto affettuoso, di mamme e nonne, soprattutto le seconde perchè quando sono mamme ti mettono a dieta, quando sono nonne ti mettono a magnà.

la verità , signori  e signore, è che nessuno ve lo dice mai, è che le mamme  poi da nonne diventano un’altra persona,

si scambia il dna; è una cosa scientifica!!!

ma torniamo a ‘mbuttunato

possiamo definirla la  più alta e gustosa operazione di riciclo di cose che giacciono in frigo in attesa da tempo o l’invenzione del piatto più quotato al mondo : la pasta al forno!!

Ah! quanto le amo (solo d’inverno però) quegli sformati di pasta ‘mbuttunati di ogni cosa, arruscati , saporiti e fumanti che allietano le pigre domeniche invernali;

ma , come le nonne ci insegnano, non si può ‘mbuttunare solo pasta, verdure, focacce ,carne ,peperoni, pomodori, zucchine e l’elenco sarebbe ancora tanto lungo 🙂 🙂 🙂

anche i dolci si ‘mbuttunano!!!

sono nati così infatti, questi friabili e golosi cuor di mela, ideati per il contest  il menù delle occasione, insieme ad altre foodblogger su instagram ,che vedeva protagonista qualcosa di imbottito ed estremamente goloso!

va da se , che tutto ciò che è imbottito è saporito 😉

preparare questi biscotti,

ha rappresentato anche una sorta di pace interiore tra me e le mele, dopo aver a lungo detestato i dolci alle mele!!!

 

Processed with VSCO with preset

 

di fatto, quando ero piccola, mia sorella preparava dolci alle mele praticamente tutti i giorni; mai che tornavi e ti diceva ho fatto un dolce alla cioccolata, chennesò per cambiare, una brioche, una ciambella, niente! sono giunta alla conclusione CHE MAI E POI MAI AVREI PIù MANGIATO DOLCI ALLE MELE!

basta ,caput!

d’altronde , chi poteva immaginare che un giorno avrei fatto dolci e fatto diete e fatto dolci ancora 😉 🙂

chi poteva sapere che un giorno, ci avrei fatto pace.

.del resto, non c’è mai un addio reale tra le cose , le persone , i luoghi; alla fine , in qualche modo , tendiamo sempre a dare una seconda occasione

che è più una pace per noi stessi .

come cuor di mela, vorrei dire che non somigliano affatto a quelli della grande distribuzione, mi avvalgo della presunzione di dirvi che sono più buoni (ah! che immodesta!) ma solo perchè profumano di rhum e cannella e la frolla, tirata un pò più spessa , accoglie tutto in un caldo e burroso abbraccio!

cosa ne pensate,sono ‘mbuttunati abbasta?

Vi lascio la ricetta e se decidete di provarli potete taggarmi sulla mia pagina instagram o lasciare un commento qui.

Grazie per aver letto fin qui!

la ricetta della pasta frolla utilizzata la trovi qui >>>>>pasta frolla di semola rimacinata

ingredienti :

per 20 biscotti all’incirca

1 dose di pasta frolla di semola rimacinata (ti ho messo il link su)

3 mele golden melinda

2 cucchiai di zucchero di canna grezzo

la buccia di un limone

il succo di un limone

1 bicchierino di rhum

cannella in abbondanza

1 cucchiaio di amido di mais

preparazione:

sbucciare e tagliare le mele a dadini; irrorarle con il succo di limone per non farle annerire; versare nelle mele l’amido e distribuirlo con un cucchiaio in modo che si infarinino le mele; versare in una pentola antiaderente, con lo zucchero e un goccio d’acqua.Far cuocere , aggiungendo pochissima acqua , devono diventare morbide ma non spappolarsi.

aggiungere il rhum,la cannella e la buccia di limone, far cuocere pochi secondi ancora e togliere dal fuoco.

far raffreddare il tutto.

tirare la pasta frolla fredda di frigo ad un cm di spessore (troppo sottile i biscotti si romperebbero), tagliarla con un coppapasta orlata di misura media (o  di una forma che vi piace di più) posizionarli in teglia e con i polpastrelli creare un leggero incavo nel disco; farcire con le mele ,tenendosi lontano dai bordi , bagnare i bordi con pochissimo albume (serve come collante) e chiudere con un secondo disco.

premere sui bordi con una leggera pressione e tenere in frigo una decina di minuti prima di infornare.

Accendere il forno a 180° ventilato sotto , lucidare i biscotti con pari peso di tuorlo e latte ed infornare per 18/20 minuti!

buon appetito 😉

Processed with VSCO with preset

 

Post correlati

focaccia in padella

Teresa

focaccia viola con lievito madre

Teresa

finger di zucchine e tonno zarotti

Teresa

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.