Lievitati DolciRicette

brioches ripiene cheesecream e marmellata

{L’autunno è quella stagione che tu indossi la canottiera e la tua amica la pelliccia e nessuno delle due ha il coraggio di dire che l’altra è pazza}

E’ così ,perchè se settembre è fratello di agosto e quindi eredita le temperature , ottobre è di sicuro il fratellastro, senza saperlo, perchè l’indice di afa è stazionario ; cambia solo che nelle prime ore al posto della canottiera, indossi una t-shirt!

Trovo assurdo vedere gente che gira già in piumino e pullover….ma come fanno, non hanno caldo?

io solo che li vedo  mi sciolgo, letteralmente.

D’altronde

io sono quella delle infradito a tutte le ore e faccio ancora banzai con le zanzare;

ho sempre caldo e mi sposto alla ricerca dell’ombra;ho caldo anche adesso, che dovrebbe essere tutta una distesa di foglie rosse e gialle!

ma dove? dove sono le foglie? dove è quella mitezza dell’autunno che ne fa la stagione più bella, dai colori accesi e dalle temperature miti.

qui il termometro viaggia ancora alto e il barometro, con quei picchi di alta pressione africana, non velo dico proprio!!

E mentre io sogno l’autunno, quello vero, con le giornate tiepide, quasi fresche , mi ritrovo le hawaii ;

senza uragani ovviamente.

E quando mi chiamano per sapere

-ma il mare , il mare com’è?

-si può fare il bagno?

-dice che un weekend è fattibile?

Mi verrebbe da dire (giuro, non lo faccio apposta) , mi verrebbe da dire

-no, state a  casa; abbiamo tolto il tappo al mare, messo il sole in modalità risparmio, rimesso la spiaggia nelle bottiglie e riposto tutte le conchiglie sugli scaffali!!!!

Ma poi, per dovizia di professionalità, per onestà intellettuale rispondo :

-il bagno lo farei anche io, se non avessi perso le asciugamani chissà dove, che c’è ancora spazio per ciabatte, parei e lozioni profumate di cocco e maracujà.

e quando li vedi arrivare, tutti soddisfatti per aver scansato le popular holidays di agosto e trovare tra settembre e ottobre lo stesso clima, quasi quasi ti dispiace che tu ami l’autunno 🤣🤣🤣🤣🤣🤣

a tutto questo si aggiungono le amiche/amici freddolosi, che già al primo settembre iniziano a tremare e mentre tu boccheggi come un pesce fuor d’acqua , loro passeggiano felici sotto il sole, come se fosse notte 😁😁😁😁😁😁😁😁😁

Ci rivediamo ai primi freddi; quando io finalmente ritornerò nella mia forma umana, senza buttare giù nemmeno una stilla di sudore (ma non ci giurerei tanto) e uscirò in maglietta , mentre voi, amiche mie che amate il caldo , sarete già imbacuccate in sciarpe e scialli . 😂😂😂

non me ne vogliate ,

non è per vendetta e nemmeno per cattiveria , ma ad ognuno la sua stagione

E LA MIA E’ L’AUTUNNO!

anche l’inverno in verità!

In attesa che si palesi un clima più sopportabile e comunque dovrò attendere abbastanza, perchè qui, alle mie latitudini, l’estate si protrae a volte fino a novembre, mi consolo con queste soffici brioche ripiene.

approfittando delle temperature che  ancora rendono la lievitazione più semplice, queste brioche sono una soffice e golosa idea per la colazione, ma anche per la merenda s’intende!!!

Vi lascio la ricetta e vi chiedo, siete anche voi degli special fan dell’autunno o siete più team estate?

Grazie per aver letto fin qui!

Processed with VSCO with preset

 

ingredienti:370 gr di farina manitoba o 0

50 gr di zucchero

12 gr di lievito di birra fresco

180/210 gr di latte tiepido

70 gr di uova

65 gr di burro soffice

1/2 limone grattugiato

1 cucchiaio di vaniglia

5 gr  sale

Cheesecream

100 gr di formaggio spalmabile

100 gr di skyr bianco

1 cucchiaio di vaniglia

30 gr di zucchero a velo

preparazione:

inserire la farina, lo zucchero e il lievito spezzettato all’interno di una boule capiente ed iniziare a lavorare; io utilizzo sempre il mio santo Ken (kenwood Major )

intiepidire il latte ed aggiungerlo gradualmente all’impasto, insieme agli aromi.

aggiungere le uova leggermente sbattute e far incordare l’impasto;

quando sarà bello sodo , aggiungere il burro gradualmente e far incordare nuovamente. Aggiungere in ultimo il sale.

Porre a lievitare fino al raddoppio in una boule infarinata , coperto con pellicola al riparo dalle correnti.

Quando sarà pronto, si vede l’impasto è bello gonfio , rovesciarlo su di un piano leggermente infarinato , lavorarlo in un filone lungo e tagliarlo in 10/12 pezzi.

stendere ogni pezzo di pasta in lunghezza e tirare i lembi verso il centro formando una palla; cucire il fondo della pasta e poggiandolo sul piano di lavoro, tirarlo con entrambe le mani in modo da consolidare la forma tonda della pasta.questa è la pirlatura.

adagiare le palline di impasto ben distanziate tra di loro su due placche da forno rivestite di carta;

nel frattempo che lievitano nuovamente (ci vorranno 30 minuti all’incirca) prepariamo il cheesecream.

cheesecream

lavoriamo i due formaggi insieme allo zucchero e alla vaniglia  ottenendo una crema vellutata; ci vorranno pochi minuti.

trascorso il tempo della seconda lievitatura, allargare il centro delle palline con le dita, creando un incavo abbastanza largo (ma senza pigiare troppo, la pasta non si deve bucare) , riempire l’incavo con il cheesecream e su di ognuno completare con un cucchiaio di marmellata (io ho usato la confettura di fragole che ho preparato a maggio)

lucidare con tuorlo e latte e infornare a 190° preriscaldato per circa 25 minuti.

Quando sono belle dorate le brioches sono pronte!

se hai dubbi o domande sulla ricetta puoi scrivermi qui o su instagram.

enjoy life 🎈

Processed with VSCO with preset

Post correlati

biscotti cuor di mela

Teresa

brioche al caffè

Teresa

torta di carote

Teresa

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.