Pasta frollaRicette speciali

tart al basilico e mousse tonno e alici

”io ci vedo innovazione,fantasia,sperimentazione.

io ci vedo confini di un’idea che ha preso forma.

io ci vedo anche un pò d’arte, volendo tirarsela un pò.

tu? cosa ci vedi?

Ah.

Io vedo solo pomodori.”

io ci ho visto tutte queste cose. quando immagino una ricetta, cerco sempre l’elemento che la renda originale, avvincente, diversa.

così , quando parte l’embolo creativo, la prima domanda è : è fattibile? è realizzabile?

nasce così quindi la prima fase di una ricetta.

reperibilità dei prodotti , stagionalità e manualità fanno il resto.E’ difficile che troverete fois gras o ostriche, è più facile che troviate champagne e pomodori per essere più precisi.

Non mi piace nemmeno il fois gras.

però mi piacciono i pomodori e anche tanto.

Ho fatto un micro orto, dove ho piantato dei bei ciliegini rossi e gialli che  ogni giorno trovo generosi sulle piantine!

lo so,per l’umanità tutta è una cosa normale, avere l’orto, piantare verdure di ogni tipo; ma per me ,che sono il pirata nero della vegetazione, che ho il pollice black in fatto di piante , fiori e arbusti

è come vincere alla lotteria! Meu Deu, forse no 🙂 🙂 🙂 la lotteria non la batte nessuno

ma io mi accontento 🙂

considerato che io ero quella delle piante morte ed ora ho un orto e dei fiori che mi sopravvivono,

è un enorme passo avanti !

l’idea di questa frolla salata al basilico, nasce dalle mie sperimentazioni in cucina e soprattutto dalla voglia di fare una frolla nuova, profumatissima di basilico e soprattutto verde.

in occasione di un aperitivo tra amiche, ho cercato di apportare il mio contributo con una tart salata.

soprassediamo sull’uso delle nuove etimologie culinarie; le crostate sono più fighe se si chiamano tart! come le galette,termine francese per confezionare torte rustiche con il ripieno a vista.

torta rustica fa più campagnola.galette fa indubbiamente più fighesse!!!

Del resto , dai tempi di Lisa Biondi e i suoi ricettari rilegati in cartone lucido, ne è passato di tempo!!!

dopo masterchef, baking off e tutto il filone di programmi di cucina   spaziali che sono nati negli ultimi anni, anche il vocabolario gastronomico ha subito un passo in avanti in termini di linguaggio.

la frolla salata è versatile e golosa e come la più classica delle crostate dolci, può essere farcita in milioni di modi diversi.

io ho scelto una mousse al tonno e tanti pomodori freschi, ma questo non deve essere un limite

la fantasia può suggerirvi idee sempre nuove e gustose.

quando preparo queste cose, quando un’idea del genere fa capolino nella mia folle testa, non penso al lavoro, alle pentole da lavare , al caos che immancabilmente si crea nella mia cucina.

io penso , follemente, che devo dare forma a questa follia 🙂 e finchè non ottengo il risultato , cammino imperterrita fino alla sua realizzazione.

sono folle, lo so.

Ma se non fossi folle, probabilmente vivrei una vita estremamente noiosa.

come al solito, mi sono dilungata troppo.

vi ringrazio di avermi letto fin qui.

di seguito vi lascio la ricetta

ingredienti

pasta frolla al basilico:

500 gr di farina (io ho usato tipo 1 germe di grano selezione casillo)

200 gr di burro morbido

80 gr di parmigiano

200 gr di basilico lavato,asciugato e reso cremoso al mixer con due cucchiai di olio)

2 uova medie

all’occorrenza una tazzina di acqua ghiacciata

5 gr di sale

lavare il basilico, asciugarlo e frullarlo al mixer in più riprese con poco olio evo, fino a renderlo cremoso.

nella planetaria con la foglia unire la farina , il basilico e il parmigiano.iniziare a far lavorare il composto, unire il sale , il burro a pezzetti e un uovo alla volta. se vedete che l’impasto non si compatta, aiutarsi con pochissima acqua ghiacciata.

compattare il tutto , avvolgere in pellicola e porre a riposare per un’ora.

mousse al tonno

300 gr di tonno in filetti (io uso tonno zarotti in olio di oliva)

4 uova sode

3 cucchiai abbondanti di maionese

2 cucchiaini di senape

pepe q.b

5 filetti di alici del cantabrico zarotti

sgusciare le uova ed aggiungerle nel bicchiere del mixer insieme al tonno; frullare

aggiungere la maionese e la senape, dare una frullatina ed aggiungere in ultimo le alici.

si deve ottenere una crema bella compatta .porre in frigo fino al suo utilizzo.

assemblaggio:

stendere la frolla su di un piano leggermente infarinato e ritagliare secondo la forma desiderata.

io ho usato uno stampo quadrato per ottenere tre sfoglie della stessa dimensione , sulla terza sfoglia ho ricavato un quadrato al centro.

con i resti ho ricavato con un tagliapasta cuori e foglie che ho utilizzato per guarnire la superficie dell’ultimo strato di frolla.

poggiare la frolla su delle teglie rivestite di carta forno e cuocere all’incirca 18 minuti, in forno statico a 180°.

sfornare e far raffreddare su di una gratella.

preparare intanto i pomodorini, incidendoli a metà e condirli con olio,sale,pepe, origano e timo.

quando la frolla è fredda, posizionare una sfoglia su di un piatto da portata attaccandola con un poco di mousse per non farla scivolare.

spalmarla con uno strato generoso di mousse. condire con i pomodori conditi e farcia a piacere.

io ho utilizzato prosciutto, tacchino, lattughino, ma voi potete utilizzare quello che avete a disposizione o che vi piace di più.

coprire con una seconda sfoglia , farcire nuovamente con uno strato di mousse , pomodori e  altro e chiudere con l’ultima sfoglia .

guarnire la tart con pomodorini, foglie di basilico fresco e timo.

Far insaporire  in frigo almeno un’ora prima di servire.

buon Appetito!

se ti è piaciuta questa ricetta lasciami un commento o visita la mia pagina instagram sono @marzucca.

 

Post correlati

ghost-otti 👻 di frolla alle mandorle

Teresa

acqua sale rivisitata con tonno alalunga zarotti

Teresa

chiffon cake al burro d’arachidi e noci pecan

Teresa

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.